Servizio GPS – GEOLOCALIZZAZIONE SATELLITARE

L’installazione di un sistema di Geolocalizzazione Satellitare (GPS) è prevista e ammessa dalla vigente normativa privacy, potendo riguardare veicoli ma anche derivante dall’utilizzo di APP mobili o device. Si tratta però di rispettare quanto previsto dal Provvedimento del Garante Privacy del 4 ottobre 2011, in cui vengono illustrati tutti i passi da compiere per considerare a norma l’utilizzo dei dati legati alla localizzazione. Da non trascurare in questo ambito, quanto previsto dalla normativa del lavoro (Statuto dei Lavoratori) in cui viene fatto espresso divieto di procedere con un controllo a distanza del lavoratore. Un mancato rispetto della normativa potrebbe quindi comportare non solo difficoltà con il Garante Privacy ma potrebbe esporre la struttura a dover gestire problematiche anche con il dipendente.

Cosa va fatto per essere a norma?

  • Individuazione ed analisi degli strumenti che comportano Geolocalizzazione (es. veicoli, applicazioni di timbratura, altre tipologie di applicazioni etc.)

  • Richiesta di autorizzazione all’installazione alla Direzione Provinciale del Lavoro o accordo sindacale con le rappresentanze interne alla struttura

  • Procedura di notifica del trattamento al Garante Privacy

  • Stesura di idoneo regolamento interno in grado di illustrare le finalità che hanno portato all’installazione del sistema GPS, e le relative misure di sicurezza adottate

  • Stesura di nomine ed incarichi per coloro che potranno accedere ai dati

  • Predisposizione delle informative (vetrofanie) da esporre sui veicoli sottoposti a geolocalizzazione

  • Predisposizione delle informative per i dipendenti

  • Gestione dei tempi di conservazione dei dati di localizzazione

  • Verifica delle misure di sicurezza per garantire la sicurezza dei dati

  • Impostazione di procedure necessarie per poter rispondere alla richieste di accesso ai dati da parte di clienti o utenti